venerdì 10 agosto 2012

trailer della performance, colonna sonora "Lomittain"" di Pansonic: un concentrato di 7' per entrare sempre più nel vivo del lavoro

3 commenti:

  1. Ciao.... Volevo ringraziarti per essere riuscito a rappresentare il rapporto che ognuno di noi ha con se stesso quando si trova a guardarsi allo specchio. Non e' semplice affrontare questa realta' e quando un attore riesce a suscitare emozioni cone sei riuscito tu vyol dire cgw hai fatto centro.!!!!!

    RispondiElimina
  2. Caro TONY,
    Bravo perchè un lavoro inattesso e quindi sorprendente.
    Bravo perchè "basta Pina Bausch" e questo gradito ritorno del "performer grotoschiano" mi sembra ottima cosa.
    Bravo per la scelta di una messa in scena da "galleria d'arte" più che da palcoscenico, circolare e non solo frontale.
    Bravo perchè è un lavoro sincero, bei testi e ottima la parte dello "spogliarello"
    e bello il finale che con poche e grandi PAROLE a tutti note, dice quello che c'è da dire e ben sintetizza il lavoro.
    Leggo sempre dopo la scheda e non hai venduto fumo.

    Detto questo
    lo spazio da Pistoletto era troppo piccolo e non si poteva girare intorno, "il cerchio" era interrottto dalla presenza del "curatore dei suoni",
    c'era (bene!) troppa gente ed ad un certo punto non si riusciva più a circunnavigare l'opera mentre la performance va circunnavigata.
    Poi a MIO gusto, ripeto a MIO gusto durante la prima pare starei fermo con la mia bella benda sugli occhi. (il performer grotoschiano prosciuga)
    Durante questa prima parte io starei fermo, magari per fare da contraltare "popular"alla poesia finale in posizione da "uomo di Vitruvio"
    e poi farei ancora una meditazione sulle cose davvero necessarie in somma prosciucherei (taglierei ancora qualcosa)
    Danio Manfredini che è l'ultimo Grotoschiano fa delle cose che ti stendono in mezz'ora.

    Grazie perchè sei davvero sulla strda giusta!

    Baci LOZAN8

    RispondiElimina