mercoledì 17 ottobre 2012

Un piccolo riconoscimento di qualche tempo fa......



Lettera aperta a tutti i coreografi che hanno fatto  i 10 anni di La Piattaforma - Teatrocoreografico,

vi aspettaimo alla serata de X edizione del festival con biglietti operatori a 3 / 5 €
e all'aperitivo-incontro aperto di Martedì 17 luglio alle ore 19.00  'La Piattaforma teatrocoreografco: 10 anni di colpo di fulmine' - Uno sguardo al passato e uno al futuro. Gli artisti e gli ideatori delle 10 edizioni sono invitati a raccontare il loro viaggio e immaginare il festival del futuro. A cura di Chiara Castellazzi

Seppure gli ultimi anni siano stati scanditi da tagli complessivi alle risorse economiche e da vibranti polemiche, ci è parso naturale, dopo dieci anni di presenza sulla scena torinese, chiederci il senso del continuare e in quale direzione proseguire l’impegno artistico.
Volgendoci indietro, con un certo orgoglio osserviamo di aver spesso avuto ‘fiuto’, anticipando i tempi con progetti innovativi, dedicando la programmazione anche allo sguardo di non addetti ai lavori, accogliendo nel nostro festival, realtà poi riconosciute a livello nazionale e internazionale. La Piattaforma ha raggiunto piena maturità e pur continuando la sua attenzione verso l’interessante e vivace produzione performativa del territorio, persegue la consolidata linea estetica, non solo volgendo lo sguardo su artisti di livello europeo, ma indirizzando la propria scelta verso progetti ‘significanti e necessari’, dove la dimensione narrativa degli spettacoli va di pari passo con il desiderio di arrivare ad un pubblico etereogeneo e alla ricerca di nuovi stimoli. Non a caso il festival La Piattaforma è cadenzato dal termine Teatrocoreografico, a sottolineare l’aspetto teatrale delle performance. Contiene anche le sezioni Coupe de Foudre, dedicata ai coreografi che per la prima volta presentano la loro poetica a Torino o in Italia; mentre Tout Public è caratterizzata dagli eventi realmente capaci di rivolgersi ad un pubblico tanto di adulti quanto di bambini.
Ma i contenuti del festival, sono cresciuti di pari passo con la crescita del contenitore, che in questi 10 anni ha messo insieme persone e professionalità, amicizia e lavoro, solidarietà e discussioni, speranze e sconfitte, battaglia condivise e risultati.
Grazie a tutti, quelli che ci sono fin dagli inizi e i nuovi compagni di viaggio, per l’energia, la creatività, le idee, le intuizioni, le visioni: Paola Colonna, direttrice del festival per molti anni, con cui abbiamo inventato dal nulla La Piattaforma 10 anni fa, Patrizia Veglione per la comunicazione, Lisa Pugliese per l’organizzazione, le amiche e colleghe del direttivo di Coorpi, Cristiana Candellero e Lucia De Rienzo per le progettualità condivise, Cristina Riccati per lo sguardo sull’estero.
Un ricordo particolare va ad Alessandra Bentley, per la Residenza Coreografica offerta a tanti artisti e per i sogni fatti insieme, per il suo sorriso che faceva di ogni caduta un passo di danza.
Un grazie alla pazienza dei grafici, da Elena Imberti a Rajan Craveri e agli artisti le cui immagini hanno veicolato la comunicazione del festival, in particolare a Marco Cazzato il cui segno ha caratterizzato La Piattaforma negli ultimi tre anni.
Un grazie a tutti i collaboratori che sarebbe troppo lungo menzionare, tecnici, scenografi, costumisti, fotografi e viedeomaker, consulenti e consiglieri, con la consapevolezza che siano un pezzo indispensabile al grande circo di un Festival. Un grazie alle istituzioni, agli sponsor, alle strutture teatrali che ci ospitano, che ricordiamo in altre occasioni della nostra comunicazione.

Grazie a tutti gli artisti, sono stati 10 Anni di Colpi di Fulmine

Aldes/Roberto Castello, Alessandra Lai e Tony D’Agruma, Alessia Scala, Alfredo Zinola con Felipe Gonzales e con HyunJin Lim, alTRE tracce/Massimo Arbarello, Sebastiano Di Bella, Fabio Bellitti, Ambra Senatore, Andrea Gallo Rosso, Antonella Usai e Shankar Beoera, Arkè /Matilde de Marchi, Associazione Didee/Mariachiara Raviola, Balletto dell’Esperia/Paolo Mohovich, Barbara Uccelli, Beatrice Magalotti, Carlo Nigra, Caterina Figaia, Immobile Paziente/Caterina Inesi, Caterina Mochi Sismondi, Chiara Orefice, Chiara Rosenthal, Cie Anania/Saïd Ait El Moumen, Cie Zerogrammi/Stefano Mazzotta e Emanuele Sciannamea, Clelia Riva e Mattia Mele, Colaps/ Marco Di Stefano, Maurizio Mauro e Sara Santoro, Compagnia il Melarancio, Compagnie Hallet Eghayan, Cristiana Candellero, Cristina Dalla Corte, Daniela Paci, Daniele Ninarello, Domenico Castaldo, Ela Franscella/Mops_Dance Syndrome, Das|danzatelierstudios/Elena Rolla e Eleonora Mercatali, Disorienta/Maria Donata D’Urso, Doriana Crema, Erika Di Crescenzo, Essentia/Dario Moffa, Eugénie Rebetez, Fabiana Ricca, Fabio Viana, Franca Pagliassotto e Ismael Ivo, Francesca Brizzolara e Renato Cravero, Francesca Cinalli e Paolo De Santis, Gabriel Beddoes  e Daniele Rosselli, Gabriella Cerritelli, GAP /Michela e Federica Pozzo, Giuseppe Li Santi, Gruppo Danbalà/Paola Casetta, Helen Cerina, Ibicultura/Giovanna Velardi, Il Cantiere/Sara Marasso, Impresa Odile/Tiziana Ferro, Ivana Messina, Julie Anne Stanzak, L’I.L.O.B.A./Alessandra Bentley, Laura Corradi/Ersiliadanza, Laura Guglielmetto, Leonardo Delogu,Manuela Macco e Guido Salvini, Maria Jerez, Mariacristina Fontanelle, Micron/Rajan Craveri e Serena Zanconato, Monica Secco con Stefano Botti, Nicola Mascia, O Zoo/Paola Chiama, Oretta Bizzarri, Ornella Balestra, Paola Chiama, Planet3/Antonio Tagliarini, Rapatika/Paola Colonna, Rebecca Rossetti, Senza Confini di Pelle/Dario La Stella, Senza Piombo/Sara Simeoni, Silvia Battaglio, Silvia Gribaudi, Simona Da Pozzo e Valentina Sordo, So Art Group/Cristiana Valsesia, Sosta Palmizi /Giorgio Rossi, Stefano Botto, Teatro Nuovo /Roda Group Dance, Tecnologia Filosofica, The very secret dance society/Raffaele Irace, Teatropersona, Tiziana Farco e Monica Morra,TPO/Alessandro Certini, Trickster-P, Valentina Balma Mion, Viviana Rossi, 32dicembre/Stefania Lo Maglio.

Nessun commento:

Posta un commento