martedì 20 novembre 2012

come ciascuno si vede

...Ripensando più volte a quella scena carica di tensione che aveva lasciato in me un ricordo incancellabile, mi resi conto che ogni atto straordinario abbatte i muri della ragione. Distrugge la scala dei valori e costringe lo spettatore a giudicare da solo. Agisce come uno specchio: ciascuno si vede con i propri limiti. Eppure questi limiti, manifestandosi, possono suscitare un'improvvisa presa di coscienza. "Il mondo è come penso che sia. I miei mali derivano da una visione distorta. Se voglio guarire, non è il mondo che devo cercare di cambiare, ma l'opinione che ho di esso".
da "La danza della realtà" di Alejandro Jodorowsky

Nessun commento:

Posta un commento